1 févr. 2021

SALLE D'HERCULE EN CORRESPONDANCE AVEC LA SALLE DE GIOVANNI DELLE BANDE NERE (PERE DE COSIMO I)


Room of Hercules

La sala è dedicata al mitico eroe Ercole, nato dall’unione di Giove e della mortale Alcmena. Per questa ragione la moglie di Giove, Giunone, tentò di uccidere il piccolo Ercole ponendo due serpenti nella sua culla. Già al lora dotato di forza sovrumana, egli si salvò strozzando i serpenti, come si vede al centro del soffitto.


Ercole è noto per le sue innumerevoli gesta eroiche, e in particolare per le cosiddette dodici fatiche, otto delle quali figurano negli scomparti laterali del soffitto.

Da tali imprese dipende il parallelismo della Sala di Ercole con il sottostante ambiente dedicato al valoroso condottiero Giovanni dalle Bande Nere, padre del duca Cosimo I.








Giovanni dalle Bande Nere uccide un cavaliere spagnolo


Sala di Giovanni delle Bande Nere

Figlio di Giovanni di Pierfrancesco del ramo cadetto dei Medici, detto dei Popolani, e di Caterina Sforza, Ludovico (1498-1526), chiamato Giovanni dopo la morte del padre, è ricordato per essere stato uno dei capitani di ventura più valorosi del suo tempo, al servizio del papa Leone X e, a fasi alterne, dei francesi e degli imperiali. Deve il suo soprannome alle bande nere di cui volle fregiare se stesso e i suoi soldati, in segno di lutto, dopo la morte del papa Leone X. Sposando Maria Salviati, nipote di Lorenzo il Magnifico, riunì i due rami del casato mediceo. Dall’unione nacque il futuro duca di Firenze Cosimo I.



Maria Salviati


Cosme Ier enfant